• Redazione

RITARDI NEL PAGAMENTO DELLA CGID

FIGUCCIA (UDC): “SICILIANI NON POSSONO PIÙ ASPETTARE, ESTERNALIZZARE I SERVIZI PER VELOCIZZARE I PROCESSI” “Molti siciliani rimasti senza reddito e senza lavoro a causa dell’emergenza attualmente in atto attendono il pagamento della cassa integrazione in deroga. Lentezza e farraginosità della burocrazia hanno determinato un rallentamento dei processi di pagamento che non possono essere giustificabili. Più di 130 mila siciliani ridotti in condizioni drammatiche non possono più aspettare tempi biblici” - A dichiararlo è l’on.Vincenzo Figuccia deputato dell’Udc all’Ars e leader del movimento Cambiamo la Sicilia – “Per tali motivazioni, - prosegue Figuccia - ho presentato diversi atti parlamentari in cui chiedo espressamente di esternalizzare i servizi espletati dall’Amministrazione regionale per velocizzare i processi, ovvero aumentare il numero di pratiche della cassa integrazione lavorate al giorno”. “Ritengo deplorevole il fatto che con la complicità di qualche dirigente, - Continua Figuccia - rimandino la lavorazione delle pratiche della cassa integrazione al riconoscimento di un bonus pari a 10 euro per i dipendenti, mentre i cittadini sono ridotti alla fame”. “Invece di proporre soluzioni paradossali che rasentano il ridicolo, - conclude il deputato - si metta in campo una task force coinvolgendo CAF, patronati, commercialisti ed il CIAPI, in modo da rendere più celere lo smaltimento delle pratiche ed al contempo fissare una data certa entro la quale i siciliani possano ricevere la cassa integrazione che spetta loro di diritto”




9 visualizzazioni