• Redazione

Influenza aviaria: in Cina il primo caso. Rischio per l’Italia

Come se non bastasse il coronavirus torna l'incubo. In Cina, un uomo di 41 anni, è risultato affetto dal ceppo virale H10N3, ovvero dall'influenza aviaria. Come è stato segnalato dalla National Health Commission (NHC) cinese.

I virus responsabili di focolai nel pollame in Italia, lo ricordiamo, si sono dimostrati sempre poco pericolosi per l'uomo. Le autorità sanitarie hanno affermato che si tratta di un caso di trasmissione sporadica del virus e il rischio di una propagazione pandemica è estremamente basso. L'analisi dei dati genetici del virus sarà necessario per determinare se assomiglia a virus più vecchi o se è un nuovo mix di virus diversi




205 visualizzazioni